FONDO NUOVE COMPETENZE: AGEVOLAZIONE 100% DEI COSTI DEL PERSONALE

1 Giugno 2021
FONDO NUOVE COMPETENZE: AGEVOLAZIONE 100% DEI COSTI DEL PERSONALE

Il Fondo Nuove Competenze è un fondo pubblico cofinanziato dal Fondo sociale europeo, nato per contrastare gli effetti economici dell’epidemia Covid-19.

L’obiettivo dello strumento è permettere alle imprese di realizzare specifiche intese di rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’azienda, in base alle quali una parte dell’orario di lavoro viene usata per percorsi formativi.
Il Fondo nuove competenze copre al 100% gli oneri relativi alle ore di formazione, comprensivi dei relativi contributi previdenziali e assistenziali e può essere utilizzato anche per favorire la realizzazione di percorsi di ricollocazione dei lavoratori.
La misura si rivolge ai datori di lavoro privati che stipulino, entro il 30 giugno 2021, accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro dei propri lavoratori al fine di poter inserire percorsi formativi miranti lo sviluppo delle competenze del lavoratore.
Con una nota Anpal ha reso noto un prossimo esaurimento della disponibilità residua del Fondo. Ha però anche precisato che le istanze che dovessero pervenire successivamente all’esaurimento delle risorse saranno comunque valutate e ammesse con verifica dell’effettiva capienza finanziaria sulla base dell’avanzamento delle rendicontazioni e degli eventuali residui derivanti dall’erogazione dei saldi. L’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro ha altresì comunicato che il Fondo Nuove Competenze sarà ulteriormente finanziato con le risorse del Programma React Eu.

Soggetti Beneficiari

I contributi del Fondo sono destinati ai datori di lavoro privati con CCNL sottoscritti a livello aziendale o territoriale da associazioni di categoria e sindacati e riguardano i lavoratori dipendenti o in somministrazione per i quali è ridotto l’orario di lavoro a fronte della partecipazione a percorsi di sviluppo delle competenze, previsti dall’accordo collettivo.

Gli accordi collettivi perché si possa accedere al Fondo nuove competenze devono prevedere:

  • progetti formativi;
  • numero di lavoratori coinvolti;
  • numero di ore dell’orario di lavoro;
  • nel caso di corsi di formazione da parte dell’impresa stessa devono essere dimostrati i requisiti tecnici, fisici e professionali di capacità formativa per lo svolgimento del progetto stesso.

Il limite delle ore da destinare allo sviluppo delle competenze per lavoratore, previa rimodulazione dell’orario di lavoro per mutate esigenze organizzative e produttive dell’impresa, deve essere di 250 ore.

La domanda di finanziamento può riguardare la singola azienda o essere cumulativa e deve essere accompagnata dal progetto per lo sviluppo delle competenze e dall’accordo collettivo di rimodulazione dell’orario di lavoro sottoscritto con i sindacati.

Soggetti erogatori della formazione

I soggetti erogatori dei percorsi formativi con cui accedere al Fondo nuove competenze possono essere:

  • enti accreditati a livello nazionale e regionale;
  • altri soggetti, anche privati, che per statuto o istituzionalmente svolgono attività di formazione;
  • università statali e non;
  • istituti di istruzione secondaria di secondo grado;
  • CPIA, centri per l’istruzione degli adulti;
  • ITS, Istituti Tecnici Superiori;
  • centri di ricerca.

Tra i soggetti erogatori può rientrare anche l’impresa stessa che ha richiesto l’accesso al Fondo nuove competenze.

Progetti formativi

Il progetto formativo da attuare deve mettere in evidenza le modalità di:

  • valorizzazione del patrimonio di competenze possedute dal lavoratore;
  • personalizzazione dei percorsi di apprendimento, sulla base della valutazione in ingresso;
  • messa in trasparenza e attestazione delle competenze che devono essere acquisite al termine dei percorsi e i soggetti incaricati della messa in trasparenza e attestazione.

Presentazione e valutazione delle domande

Le domande sono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione dall’ANPAL, che stabilisce anche l’importo dell’agevolazione da riconoscere al datore di lavoro, distinto tra il costo delle ore di formazione e i relativi contributi previdenziali e assistenziali, ed eroga il contributo in due tranche: anticipazione del 70% e saldo.

Alla domanda per accedere al Fondo Nuove Competenze va allegato l’accordo collettivo ed il progetto per la formazione dei lavoratori.

Entro 90 giorni dall’approvazione dell’istanza da parte dell’ANPAL i datori di lavoro devono concludere i percorsi formativi, il limite temporale si allunga a 120 giorni se sono coinvolti anche Fondi interprofessionali.

Un Training Expert di SvirepGroup S.r.l. vi supporterà nella stesura dei progetti e vi affiancherà in modo costante e continuativo in tutte le fasi, a partire dalla presentazione della domanda e fino all’ottenimento dei contributi.

Possibile rifinanziamento Fondo

Con comunicato del 16 giugno scorso Anpal rendeva noto l’impegno totale delle risorse programmate per il Fondo nuove competenze con il finanziamento delle istanze pervenute fino alla data del 13 maggio.

La Commissione europea ha adottato la decisione di approvazione della riprogrammazione del Pon Spao a valere sulle risorse del Programma React-Eu, pertanto sarà possibile prossimamente rifinanziare il Fondo.

Nel contempo è stato emanato il Decreto n. 64 del 16 settembre 2021 con il quale si dispone la riapertura, in ordine cronologico, dell’istruttoria delle istanze presentate fino al 25 maggio 2021 h. 10:38. Tale decreto è stato possibile per emerse economie derivanti da rinunce o minori rendicontazioni presentate dalle aziende.

Ultimo aggiornamento 14/10/2021

per ulteriori informazioni CONTATTACI

Icons-Business-And-Finance

Contattaci SubitoRichiedi una consulenza

SvirepGroup ® S.r.l | C.F. – P.Iva e N. di Iscr. al Reg. Impr. di LE N. 04881440756 R.E.A. di LE N. 325916 | © Copyright SvirepGroup 2024. Tutti i diritti riservati

SvirepGroup® S.r.l | P.IVA 04881440756 | © Copyright SvirepGroup 2024. Tutti i diritti riservati